00

Nessun prodotto

Spedizione gratuita!Spedizione
0,00€

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello.Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti: 
Totale spedizione: Spedizione gratuita!: 
Totale: 
Continua lo shoppingProcedi con il checkout

Glutatione Liposomiale

Il glutatione liposomiale è un incredibile integratore: è l'antiossidante più potente del corpo ed è necessario a ogni cellula. È l'antiossidante più potente per l'organismo che combatte gli effetti dello stress fisico ed emotivo, degli agenti patogeni, delle tossine, dei radicali liberi e dell'invecchiamento. Ricerche dimostrano che livelli più alti di sangue e livelli intracellulari di glutatione possono trarre molti benefici.

IlGlutatione liposomiale (GSH) è una proteina prodotta naturalmente in ogni cellula dell'organismo conosciuta come un peptide composto da cisteina, glutammina e glicina. Il corpo utilizza il glutatione per proteggerci dagli effetti dello stress fisico ed emotivo, dagli agenti patogeni, dalle tossine, dai radicali liberi e dall'invecchiamento. La più alta concentrazione di questa proteina è riscontrabile nel nostro fegato. Ciò non stupisce, poiché questo organo ha il compito di ripulire il nostro corpo dalle tossine. È un antiossidante speciale in quanto è l'unico che può lavorare con enzimi come la glutatione perossidasi, che impedisce l'ossidazione delle membrane. Aiuta anche ad attivare la vitamina E e la vitamina C. 

Ottenere glutatione nel corpo non è così semplice in quanto viene distrutto nello stomaco. Il glutatione liposomiale ha il vantaggio di essere protetto dallo stomaco grazie all'abile processo di produzione utilizzato. Il glutatione e i fosfolipidi essenziali vengono combinati per formare minuscole sfere note come liposomi, che sono biodisponibili quasi al 100%. Il glutatione è incapsulato nei fosfolipidi essenziali che lo proteggono e quindi lo rilasciano dove è necessario. Seppur per via orale, produce gli stessi effetti di un'assunzione endovenosa.

Un articolo sui vantaggi del glutatione liposferico della consulente nutrizionale indipendente e scrittrice, Jenny Tschiesche BSc (Hons), registrata con Dip, ION, FdSc, mBANT e CNHC.

Se non avete mai sentito parlare del Glutatione Liposomiale non siete i soli. In un sondaggio di dieci dei miei amici più vicini, nessuno di loro ne aveva sentito parlare. Hanno dato per scontato che sarei stata la loro "telefonata a casa" per quanto riguarda questo argomento. Quando si tratta di argomenti vagamente scientifici, sembra che tutti si rivolgano a me.

Quando ho detto a questi stessi amici che si trattava di un argomento così vitale per la loro salute, e che nessuno degli antiossidanti che consumano può funzionare senza glutatione, si sono messi a sedere per ascoltarmi. Nel frattempo, mi sono seduta anch'io e ho pensato "Be', almeno sanno che cos'è un antiossidante!". Si tratta, senza dubbio, di una vittoria da parte dello spot televisivo di una particolare marca di succo d'uva, che presenta dei corpi morbidi vestiti di un viola à la Cathy Freeman, e tutti con la stessa tutina. È giusto. Si tratta di quei supereroi vitaminici che aiutano a combattere gli elementi chimici pericolosi che altrimenti ci farebbero del male.

Beh, questo descrive semplicemente quanto importante sia questa sostanza nutritiva. Come la maggior parte delle sostanze nutritive, non è importante di per sé. È importante per ciò che può fare lavorando insieme ad altre sostanze nutrienti e insieme ai sistemi corporei.

Nel mondo dell'alimentazione, si incontrano talvolta particolari sostanze nutrienti che sono così vitali per il nostro benessere che, senza assumerne in quantità sufficiente, potrebbero annullare i benefici ottenuti da un perfetto regime di allenamento fisico o da una dieta corretta. Nel caso del Glutatione Liposferico, semplicemente non possiamo esistere senza di lui, o, quanto meno, senza quantità sufficienti dello stesso. Non importa cosa mangiamo, quali integratori usiamo, quanto esercizio facciamo, quanto sani crediamo di essere: la mancanza di questa sostanza nutritiva potrebbe annullare ogni sforzo. Indovina un po'? Molti di noi hanno gravi carenze di glutatione.

Cerchiamo, quindi di scoprirne di più. Ecco la risposta a dieci delle domande più comuni fatte dal mio gruppetto non scientifico di soggetti che si sono appena interessati all'argomento:

Che cos'è esattamente il glutatione?

Nonostante la sua importanza, il glutatione è, infatti, una molecola molto piccola. È prodotto dal nostro organismo e si trova in tutte le cellule.

Perché è così importante?

Il glutatione è il principale antiossidante naturale presente nelle nostre cellule. Altri antiossidanti consumati attraverso le nostre diete, come le vitamine C ed E, in realtà dipendono dal glutatione per poter agire.

Non ne ho mai sentito parlare prima. È stato soggetto di studi approfonditi?

È stato studiato in maniera approfondita. Tra il 2005 e il 2008, infatti, sono stati pubblicati oltre 38.000 documenti di ricerca riguardanti il ​​glutatione e il suo effetto sulle malattie.

Che cosa fa?

Il glutatione svolge un ruolo fondamentale nella disintossicazione, ovvero nello sbarazzarsi di tossine ambientali, compresi i metalli pesanti, gli insetticidi e gli erbicidi, l'inquinamento da scarico automobilistico e molti effetti prodotti (anche passivi) del fumo di sigaretta. Non si tratta, comunque, delle uniche tossine che il glutatione può combattere. Siamo tutti sovraesposti allo stress rispetto al modo originario che i nostri corpi erano stati destinati a sopportare. Questo stress può causare l'ossidazione nel corpo, che deve essere affrontata da antiossidanti come il glutatione; ema, tuttavia, lo stress eccessivo può esaurire le nostre riserve.

Come faccio per sapere se ne ho quantità insufficienti?

Non esiste alcun segno o sintomo specifico, a meno che tu non ne sia medicalmente carente, ma puoi essere certo che insufficienti quantità di glutationi sono conosciute anche come causa di problemi al sistema immunitario. Sappiamo, per esempio, che quantità insufficienti di glutatione possono fermare l'azione delle cellule T e dei linfociti che li seguono, rendendoti incapace di combattere un'infezione. Una regolare infezione e reinfezione sono, quindi, segnali che potresti avere dei bassi livelli di glutatione.

Come posso fare per assumerlo?

La buona notizia è che il glutatione si presenta naturalmente in molti cibi come frutta e verdura fresca e biologica. 

La cattiva notizia è che la maggior parte delle persone non ne mangia abbastanza e anche l'uso di metodi moderni caratterizzati dalla sovraesposizione a tossine ambientali potenzialmente tossiche spesso può comportare una carenza. Inoltre, in caso di carenza di glutatione non basterà soltanto assumere grandi quantità di frutta e verdura che possono procurarlo ma c'è bisogno di ben altro.

Come posso essere sicuro di assumerne abbastanza?

Va da sé che, al centro di un corpo sano, c'è una dieta sana. Questa dieta dovrebbe concentrarsi soprattutto su frutta e verdura, con la seconda che si rivela molto più utile al corpo rispetto a grandi quantità della prima. Teoricamente, verdure come la verza, gli spinaci, le carote, il sedano, i broccoli, i cetrioli, il cavolo, i peperoni, i piselli e i fagioli dovrebbero far parte in maniera più regolare e quotidiana della dieta. 

Tuttavia, una buona dieta è solo un elemento nell'equazione di glutatione. Purtroppo il glutatione può scomporsi molto facilmente nell'intestino e nel fegato prima di poter raggiungere il flusso sanguigno, dove avrà il suo massimo effetto. Anche se il glutatione per via endovenosa è risultato essere molto efficace, non tutti hanno accesso a tali metodi di terapia aggiuntiva.

Qual è, quindi, la risposta al problema della carenza di glutatione?

È il Glutatione Liposomiale. Si potrebbe pensare: "Che cosa cavolo vuol dire questo gergo tecnico?" Beh, in realtà è piuttosto semplice. Il glutatione è stato ricoperto con una sostanza che fa sì che non si scomponga nel corpo finché non raggiunge le cellule che ne hanno maggiore bisogno.