00

Nessun prodotto

Spedizione gratuita!Spedizione
£0.00

Prodotto aggiunto al tuo carrello

Quantità
Totale

Ci sono 0 articoli nel tuo carrello.Il tuo carrello contiene un oggetto.

Totale prodotti: 
Totale spedizione: Spedizione gratuita!: 
Tasse£0.00
Totale: 
Continua lo shoppingProcedi con il checkout

Consigli nutrizionali per il supporto dell'artrite durante i freddi e umidi mesi invernali.

Secondo l'Arthritis Research UK, 10 milioni di persone soffrono di artrite, una condizione dolorosa che può riacutizzarsi durante i mesi più freddi dell'anno.

Consigli nutrizionali per il supporto dell'artrite durante i freddi e umidi mesi invernali.

Updated on

Secondo l'Arthritis Research UK, 10 milioni di persone soffrono di artrite, una condizione dolorosa che può riacutizzarsi durante i mesi più freddi dell'anno. Ci sono varie forme di artrite e artrite reumatoide, ma quello che hanno tutte in comune è l'infiammazione delle articolazioni. Trovare modi per controllare il livello di infiammazione e proteggere la cartilagine sono fattori chiave nel gestire i sintomi e preservare la mobilità.

Puniti dal clima

La maggior parte di noi ama stare all'aperto nel sole estivo ma non appena i mesi più freddi arrivano, cambiamo le scarpe da ginnastica o da passeggio con gli stivali di gomma o le ciabatte e diventiamo meno desiderosi di affrontare i freddi grandi spazi aperti! Di conseguenza, i mesi autunnali e invernali possono essere molto più sedentari e questo può causare rigidità e dolori a muscoli, tendini, legamenti e articolazioni. Iscriversi a un'attività al chiuso come yoga, pilates, danza, nuoto o un corso di fitness adatto alla tua età e alle tue capacità è un modo fantastico per mantenere il tuo corpo flessibile e impedire che i muscoli e le articolazioni si contraggano. Se hai i muscoli tesi, è il magnesio minerale che aiuta ad ammorbidire e rilassare le fibre muscolari.

Magnesio liposomiale - il vero eroe dei legamenti  

Questo minerale svolge diverse funzioni nel corpo e, a parte il suo utile ruolo nel rilassare i muscoli stanchi e tesi, aiuta anche a favorire la salute delle articolazioni. La cartilagine, che funge da cuscinetto tra le articolazioni, è costituita da una sostanza gelatinosa chiamata acido ialuronico che agisce come una spugna, assorbendo acqua e rimpolpando il cuscino della cartilagine. Lo stress, la tossicità e l'invecchiamento fanno sì che i livelli di acido ialuronico diminuiscano, con conseguente assottigliamento della cartilagine, causando problemi di mobilità e dolori articolari. Sentiamo spesso quanto sia benefico il calcio per ossa forti, ma è il magnesio il vero eroe delle articolazioni e della cartilagine. Il magnesio aiuta ad attivare un enzima, chiamato ialuronano sintasi e situato all'interno della cartilagine, che aumenta la biosintesi dell'acido ialuronico.  Lo stress impoverisce il corpo di magnesio, quindi potresti scoprire che i tuoi dolori articolari peggiorano durante i periodi di stress prolungato. L'assunzione di un integratore contenente magnesio come il liposomiale Altrient B è altamente raccomandato per migliorare la salute e la mobilità delle articolazioni. Gli alimenti ricchi di magnesio includono verdure a foglia verde, noci e semi, quindi non dimenticare di aggiungerli alla tua lista della spesa!

Vitamina C liposomiale - kit di riparazione delle articolazioni

Quando si parla di osteoartrosi è la vitamina C liposomiale che guida il team di riparazione. Questo potente antiossidante è noto per essere condroprotettivo, nel senso che protegge le cellule specializzate chiamate condrociti presenti nella cartilagine. La vitamina C supporta anche l'attività dei condrociti aiutandoli a funzionare in modo efficiente. I condrociti producono collagene e proteoglicani che mantengono la cartilagine fluida, simile al gel, e in grado di funzionare come ammortizzatori che proteggono le articolazioni dall'usura.  Liposomal Altrient vitamin C ha dimostrato di essere un integratore essenziale per aumentare i livelli di collagene nelle cellule della pelle, il che rende questo integratore di vitamina C una scelta ovvia per sostenere la produzione di collagene all'interno della cartilagine e fornire una preziosa protezione antiossidante per la salute delle articolazioni.

Medicina alimentare - solanaceae, omega e fibre

Brutte solanaceae...

La famiglia delle solanaceae, che include pomodori, patate bianche, peperoni e melanzane, potrebbe essere da evitare in alcuni individui affetti da artrite. Queste verdure contengono una tossina chiamata solanina che può interferire con la funzione muscolare causando dolore e disagio.

Dati sulla fibra

Uno studio dell'Università dell'Illinois suggerisce che la fibra solubile riduce l'infiammazione, aumentando la produzione della proteina anti-infiammatoria interleuchina-4. Ottime fonti di fibre solubili includono frutta, verdura, noci, semi, fiocchi d'avena, crusca d'avena, farina d'avena, orzo, legumi (fagioli, piselli e lenticchie) e semi di lino. Oltre ad essere un'ottima fonte di fibre, questi alimenti sono anche un'ottima fonte di antiossidanti. Assicurati di raggiungere il tuo obiettivo di 5 oppure 8 al giorno, se possibile. Le bacche rosse e viola e altri frutti come uva nera, mirtilli e ribes sono particolarmente ricchi di un gruppo di antiossidanti chiamati antocianidine e proantocianidine che hanno proprietà antinfiammatorie molto potenti.

Gli utili omega-3

Numerosi studi hanno dimostrato che l'aumento di omega-3 presenti nei pesci grassi come salmone, sgombro, tonno, trota e sardina insieme a noci, lino e semi di canapa è anche molto utile per la gestione del dolore e dell'infiammazione. Una buona norma per chi soffre di artrite è ridurre i cibi ricchi di grassi saturi pro-infiammatori come burro, formaggio, gelato, panna, carne rossa e grassi trans che si trovano nei prodotti da forno commerciali, nei cibi lavorati e in alcune margarine.

Susie Debice BSc Hons, Dip ION

Riferimenti

  • Garima Sharma, DS Rathore. Articolo di revisione - Potenziale ruolo dei nutraceutici nella gestione dell'osteoartrite articolare del ginocchio e dell'anca Biomedical Science and Engineering - Vol. 3, n. 1, 2015, pagg. 23-29. doi: 10.12691 / bse-3-1-5

  • Moscatelli D, Rubin HJ Controllo ormonale della produzione di acido ialuronico nei fibroblasti e sua relazione con l'acido nucleico e sintesi proteica.  Fenomeni fisiologici cellulari 1977 Apr;91(1):79-88.

  • Christina L. Sherry, Stephanie S. Kim, Ryan N. Dilger, Laura L. Bauer, Morgan L. Moon, Richard I. Tapping, George C. Fahey Jr., Kelly A. Tappenden, Gregory G. Freund. Il disagio indotto dall'endotossina può essere mitigato dalla fibra solubile alimentare, la pectina, attraverso la sovra-regolazione della polarizzazione IL-4 e Th2. Brain Behavior and Immunity, 2010; DOI: 10.1016/j.bbi.2010.01.015

  • Kunisuke Izawa, Motonaka Kuroda. Solanina - Ecologia e tossicologia chimica.  Prodotti naturali completi II, 2010 https://www.sciencedirect.com/topics/pharmacology-toxicology-and-pharmaceutical-science/solanine